"…a questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali,
continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini…
ognuno di noi deve fare la sua parte, piccola o grande che sia,
per contribuire a creare condizioni di vita più umane, perchè certi orrori non si ripetano più…"
Giovanni Falcone

Creative Commons License
Palermo d'amare is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. Puoi prelevare ciò che ti piace però per favore avvisami e se puoi citami:-)

Giardino Inglese

Il giardino all'inglese è un tipo di giardino concepito integrando gli elementi naturali quali ruscelli,  grotte, alberi,cespugli con elementi artificiali quali pergolati, tempietti,ponticelli affincè il visitatore  abbia l'impressione di passeggiare in un ambiente quasi selvaggio.
Sfruttando le caratteristiche geomorfologiche del terreno,Giovan Battista Basile architetto palermitano, padre del più famoso Ernesto, nel 1853 creò una delle ville più belle e frequentate di Palermo denominata appunto:Giardino inglese
Il giardino,ricchissimo di piante rare ed alberi secolari, sito nel centralissimo viale della Libertà è da esso diviso in due parti:il"Parterre Garibaldi" ,dove è posto un monumento equestre all'Eroe dei due mondi,ora intitolato ai giudici Falcone e Morvillo,che con le sue aiuole ordinate e la vasca in marmo ,rappresenta la parte meno selvaggia del parco e il "Bosco",molto più grande del Parterre,ispirato ai "Giardini delle delizie "di epoca araba con 7 collinette,10 vallate, grotte,gallerie, ponticelli,aiuole, un tempietto in stile arabo-normanno,una serra in vetro e ferro battuto e bellissime fontane i cui alti getti d'acqua giocano e danzano formando spesso un bellissimo arcobaleno.
Ad arricchire ancor di più il giardino ma anche a snaturare la visione d'insieme del Basile,sono stati in seguito aggiunti altri elementi quali statue,cippi,stele,busti e panchine. 
Adesso un'area del Giardino Inglese è occupata dalle giostre molto apprezzate dai bambini ma a cui è sacrificata una parte importante della villa,dal lato opposto alle giostre v'è la pista di pattinaggio che onestamente poco s'integra con la maestosità e la bellezza del parco.

4 commenti:

muscosa ha detto...

Tempietti, serra in vetro e ferro battuto, fontane, rarità botaniche...Mirella, ho bisogno di un piccolo reportage fotografico di tanto splendore!

Mirella ha detto...

venire a fotografarlo di persona no?

Ora m'organizzo e ti mando una mail:)
Grazie tantissime della visita e dell'apprezzamento al mio giardino preferito.

muscosa ha detto...

Palermo è già da qualche tempo nella mia lista delle città da visitare.

Mirella ha detto...

Allora fammi sapere, sarà per me un piacere accompagnarti a visitarla o anche offrirti un caffè:)
Ciao!

Copyright © 2010 Palermo d'amare by Mirella. All rights reserved