"…a questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali,
continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini…
ognuno di noi deve fare la sua parte, piccola o grande che sia,
per contribuire a creare condizioni di vita più umane, perchè certi orrori non si ripetano più…"
Giovanni Falcone

Creative Commons License
Palermo d'amare is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. Puoi prelevare ciò che ti piace però per favore avvisami e se puoi citami:-)

Casa dei Padri Crociferi con Chiesa di Santa e Oratorio della SS Carità di S.Pietro

Nel 1600  San Camillo, fondatore dell'Ordine dei Crociferi, inviò a Palermo due confratelli per occuparsi degli infermi presso l'ospedale della città,lo stesso anno il Senato palermitano concesse loro una forte somma da utilizzare per costruire il convento.
La Casa conventuale presenta una maestosa facciata e uno scalone a sette rampe, comprende una chiesa, il chiostro e un oratorio.

La Chiesa consacrata a Santa Ninfa
La facciata è in stile tardo rinascimentale e si eleva su due livelli uno dorico e uno ionico,la parte centrale,elevata rispetto al secondo livello, è coronata da un frontone che ingloba lo stemma dei crociferi affiancato da decorazioni in stucco, sul fianco destro del prospetto è sita una cappella in cui è custodito un Ecce Homo.
All'interno della chiesa, la cui pianta è a croce latina, si accede attraverso tre portali sormontati da bassorilievi in stucco,è ad unica navata ai cui lati sono sei bellissime cappelle tra loro comunicanti, tra queste spicca quella del SS Crocifisso in cui è posto un magnifico crocifisso ligneo in stile barocco.
Il presbiterio è ornato da stucchi dorati e pitture tra cui il quadro con le Sante Oliva,Agata,Ninfa e Rosalia, la Madonna,San Giuseppe e la Santissima Trinità opera di un famosissimo pittore dell'epoca.Ai lati del transettodue deliziosi piccoli balconi dorati retti da putti.
All'estremità della croce si trovano due grandi cappelle una dedicata a San Camillo e l'altra alla Madonna Addolorata.

Il Chiostro
E' costituito da un porticato che si sviluppa su tre corsie con in ogni lato sette arcate a tutto sesto,al centro tra le piante v'è un'ancora posta in memoria di marinai morti in mare.Dal chiostro diparte uno scalone in marmo rosso alla cui fine è posta una bellissima statua di San Camillo opera di  Giacomo Serpotta 

L'Oratorio della Santissima Carità di San Pietro
Dal chiostro si accede ad un vero e proprio gioiello l'Oratorio della Santissima Carità di San Pietro,dal nome della Congregazione che lì si riuniva.
Attraverso una semplice apertura si accede all' antioratorio e attraverso un arco si entra nell'Oratorio vero e proprio le cui pareti laterali sono totalmente ricoperti da affreschi del pittore fiammingo Guglielmo Borremans,su entrambe le pareti si aprono due ordini di finestre reali a destra e cieche a sinistra, nei pennacchi della volta  sono raffigurati Santi che hanno fatto della carità la loro missione in terra tra cui San Francesco; il tetto della volta è tutto ricoperto da uno degli affreschi più belli che abbia mai visto,sempre del Borremans, che rappresenta la Gloria di San Pietro.
L'altare per le celebrazioni è un preziosissimo tavolo in legno dorato tutto scolpito risalente al XVIII secolo

2 commenti:

stella ha detto...

Quante belle opere d'arte ci sono in Italia!

Mirella ha detto...

La cosa stupefacente che anche i paesini più sperduti ospitano bellissimi gioielli.
Buongiorno Stellina, abbi un'ottima giornata:)

Copyright © 2010 Palermo d'amare by Mirella. All rights reserved