"…a questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali,
continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini…
ognuno di noi deve fare la sua parte, piccola o grande che sia,
per contribuire a creare condizioni di vita più umane, perchè certi orrori non si ripetano più…"
Giovanni Falcone

Creative Commons License
Palermo d'amare is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. Puoi prelevare ciò che ti piace però per favore avvisami e se puoi citami:-)

Chiesa di Sant'Agostino

Edificata insieme all'annesso convento dei Padri Agostiniani nella seconda metà del XIII secolo per volere delle nobili famiglie Chiaramonte e Sclafani  nel luogo dove sorgeva la cappella della famiglia Maida, la Chiesa di Sant'Agostino è una delle chiese più popolari di Palermo perchè vi si svolge il rito delle rose,dedicato a Santa Rita, ogni giovedì e il 22 maggio giorno della morte della Santa.
Lo sfarzoso portale d'accesso in stile gotico decorato da motivi geometrici e floreale è sovrastato da un grande rosone.

L’interno è a navata unica, in stile barocco risultato delle trasformazioni seicentesche, preziosissima la decorazione a stucco  che ricopre le pareti della navata, vi troviamo  putti, angeli e statue;sontuoso è il "corteo" dei  santi e dei beati dell'ordine agostiniano,guidato da Sant'Agostino e Santa Monica, che sembra dirigersi  verso l'altare.
Ai lati delle cappellededicate a Sant'Agostino e a santa Monica ,poste al centro della navata,possiamo ammirare coppie di statue allegoriche delle virtù.

La Chiesa è dotata di un pregevole organo e di  un grande  Chiostro cinquecentesco, che conserva alcuni capitelli riconducibili al '300 e forse risalenti ad un precedente chiostro e un  sarcofago in stile barocco.

Il rito delle rose
Il 22 maggio si svolge presso la chiesa di Sant'Agostino il rito delle rose fiore simbolo di Santa Rita da Cascia, monaca Agostiniana.La devozione popolare fa sì che in questo giorno un  incessante pellegrinaggio porti i palermitani presso il tempio per far benedire le rose da conservare poi gelosamente,si crede infatti che la rosa benedetta protegga la famiglia dove è custodita da tutti i mali.
Il rito si rinnova ogni anno!

2 commenti:

Erika ha detto...

Bellissime le chiese di Palermo. Io ci sono stata due volte e mi ha sempre affascinata.Un giorno puoi parlare di quella chiesa un cui sono conservati gli scheletri di migliaia di cappuccini?
Grazie.
Ciao Mirella!

Mirella ha detto...

Lo farò presto,grazie per la visita e per il commento e anche per la "richiesta" chi mi ha fatto un immenso piacere:)

Copyright © 2010 Palermo d'amare by Mirella. All rights reserved