"…a questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali,
continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini…
ognuno di noi deve fare la sua parte, piccola o grande che sia,
per contribuire a creare condizioni di vita più umane, perchè certi orrori non si ripetano più…"
Giovanni Falcone

Creative Commons License
Palermo d'amare is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. Puoi prelevare ciò che ti piace però per favore avvisami e se puoi citami:-)

Chiesa di San Matteo

Iniziata nel 1633 fu consacrata nel 1647 ma fu ultimata solo nel 1664.
La facciata barocca reca al centro la statua della Vergine affiancata da quella di San Mattia a destra e quella di San Matteo a sinistra.
L'interno è a croce latina a tre navate divise da colonne.
L'entrata principale è sovrastata da una serie di bassorilievi del Serpotta,nel presbiterio, dello stesso artista, possiamo ammirare le due sculture raffiguranti Fede,Speranza, affiancate da quelle raffiguranti Carità e Giustizia di altro autore.
L'Altare maggiore è in marmo impreziosito da agata e lapislazzuli,decorato da bassorilievi in legno dorato che rappresentano scene bibliche e arricchito da bronzi;degno di nota è un Crocifisso ligneo contenuto dentro un bellissimo reliquiario scolpito a bassorilievo posto nella navata laterale di destra.
La cupola reca affreschi settecenteschi,la Chiesa è ricca di bellissime tele vi è anche un organo finemente scolpito risalente alla seconda metà del 1800.
Al suo interno, nascosta da un genuflessorio si trova una una botola che porta al sottosuolo,la leggenda narra che fosse una delle vie utilizzate dai Beati Paoli, che nella Chiesa avevano la loro sede,per circolare nei percorsi sotterranei della città.

Nessun commento:

Copyright © 2010 Palermo d'amare by Mirella. All rights reserved