"…a questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali,
continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini…
ognuno di noi deve fare la sua parte, piccola o grande che sia,
per contribuire a creare condizioni di vita più umane, perchè certi orrori non si ripetano più…"
Giovanni Falcone

Creative Commons License
Palermo d'amare is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. Puoi prelevare ciò che ti piace però per favore avvisami e se puoi citami:-)

Casa Professa e Cappella del Sabato

La Chiesa del Gesù, più nota come Casa Professa appartiene all'Istituto Religioso della "Compagnia di Gesù" che nel 1590 con forti sovvenzioni del governo spagnolo diede l'avvio ai lavori di costruzione terminati dopo quasi 40 anni.
Il tempio è  un gioiello dello stile barocco,sicuramente il più bello di Palermo.
Seriamente danneggiata dai bombardamenti nel 1943  la chiesa fu poi ricostruita, ma solo dopo gli ultimi restauri, terminati appena un anno fa, ha ripreso l'aspetto originario.
La pianta è a croce latina a tre navate la facciata è semplice, sopra il portale di mezzo, alloggiata in una nicchia, si può ammirare una statua che rappresenta la Madonna della Grotta.
L'interno è  ricco di decorazioni in marmi mischi a motivi floreali  che impreziosiscono pareti e colonne; un tripudio di stucchi, sculture, tele e affreschi lasciano il visitatore senza fiato.
Nella tribuna dell'abside possiamo ammirare due bassorilievi marmorei: uno raffigura l' Adorazione dei Pastori  e l'altro l'Adorazione dei Magi .
Nella sacrestia vi sono imponenti armadi lignei del Seicento con  le ante finemente intagliate.
Decisamente più moderno è l'organo che risale alla metà del '900, dotato di 4.000 canne e 4 tastiere.

Da una scalinata interna si accede all' Oratorio della Croce e del Martirio di Cristo detto anche Cappella del Sabato dall'uso della Congregazione della Croce e del Martirio di Cristo ,da cui prende il nome,di riunirsi lì ogni sabato per la lettura del Vangelo.
All'interno di questo piccolo gioiello si possono ammirare stucchi in stile barocco realizzati da artisti molto rinomati dell'epoca, nella volta troviamo invece un grande affresco: l'Incoronazione della Vergine, il pavimento è in maioliche pregiate del '700 raffiguranti animali.
In una cantoria sulla porta d'ingresso, trova posto uno splendido organo settecentesco composto da tre campate con sette canne in ognuna di esse.

La chiesa di Casa Professa, è citata da Giuseppe Tomasi di Lampedusa nel suo romanzo capolavoro: "Il Gattopardo"

Nessun commento:

Copyright © 2010 Palermo d'amare by Mirella. All rights reserved