"…a questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali,
continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini…
ognuno di noi deve fare la sua parte, piccola o grande che sia,
per contribuire a creare condizioni di vita più umane, perchè certi orrori non si ripetano più…"
Giovanni Falcone

Creative Commons License
Palermo d'amare is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. Puoi prelevare ciò che ti piace però per favore avvisami e se puoi citami:-)

Chiesa di San Cataldo

La chiesa fu fatta erigere da Majone di Bari, ammiraglio del re normanno Guglielmo I, a metà del 1100 .
Nel 1182 Guglielmo II la donò ai Frati Benedettini che la utilizzarono come ospizio per gli infermi fino al 1787 quando la sua destinazione d'uso cambiò radicalmente e i suoi locali furono adibiti a ufficio e deposito postale.
Alla fine del 1800 cominciarono i lavori di restauro, per volere del Governo Regio,che le resero l'antico splendore.
Costruito da maestranze fatmite, è un edificio molto semplice a forma di parallelepipedo sormontato da tre cupole di colore rosso.
Lungo le mura esterne spiccano delle finestrelle con grate artistiche, la costruzione è rifinita con delle merlature in tipico stile arabo.
La chiesa ha una pianta a tre navate separate tra loro da arcate che poggiano su colonne.
Le pareti sono nude solo il pavimento è riccamente decorato da mosaici marmorei policromi.
Di notevole bellezza è una lastra in marmo raffigurante una croce greca, un agnello e i simboli dei quattro evangelisti:il leone,il bue,l’aquila e l’angelo.
E' oggi sede dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Nessun commento:

Copyright © 2010 Palermo d'amare by Mirella. All rights reserved