"…a questa città vorrei dire: gli uomini passano, le idee restano, restano le loro tensioni morali,
continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini…
ognuno di noi deve fare la sua parte, piccola o grande che sia,
per contribuire a creare condizioni di vita più umane, perchè certi orrori non si ripetano più…"
Giovanni Falcone

Creative Commons License
Palermo d'amare is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License. Puoi prelevare ciò che ti piace però per favore avvisami e se puoi citami:-)

Cappella Palatina

All'interno di Palazzo dei Normanni, per volere di re Ruggero II ,nel 1130 fu iniziata la costruzione della Cappella Palatina ( Cappella riservata agli abitanti di palazzo  reale )
Un'iscrizione posta sulla cupola ci informa che fu consacrata nel 1143 e dedicata ai Santi Pietro e Paolo.
La Cappella Palatina,ha una pianta a tre navate, divise da archi ad ogive e colonne con la particolarità della cupola eretta sul santuario triabsidato.
Il soffitto ,a cassettoni con stalattiti, è in legno intarsiato e dipinto in stile arabo, vi sono raffigurati animali, e scene di vita islamica.
Le parti superiori delle pareti sono decorate da mosaici in stile bizantino che nella navata centrale raccontano alcuni  passi dell'Antico Testamento ed in quelle laterali le vicende che riguardano i Santi Pietro e Paolo, la parte inferiore delle pareti  è ricoperta da marmi ornati anche questi da decorazioni musive.
Il pavimento è in marmo adornato con motivi geometrici.
La cupola (che originariamente era visibile dall'esterno insieme al campanile, è  inglobata dal Palazzo Reale) è anch'essa,insieme al transetto e le  absidi, interamente rivestita da  mosaici bizantini che raffigurano,al centro,il Cristo Pantocratore benedicente con le dita in basso secondo la simbologia greca e ai lati i quattro evangelisti e scene bibliche.
I materiali usati per la costruzione e la decorazione sono preziosissimi si pensi che i mosaici sono tutti in oro e argento.
Nella Cappella possiamo ammirare anche  un candelabro pasquale risalente al XII secolo, un trono e un ambone con mosaici e una cripta dove è conservato il tesoro comprendente oggetti, incunamboli e paramenti sacri.



Piccola nota dettata dall'orgoglio di essere palermitana...
è stata definita la cappella più bella del mondo.

1 commento:

Sandra .......... ha detto...

Uno dei luoghi d'arte più belli tra quelli visti in vita mia.

Copyright © 2010 Palermo d'amare by Mirella. All rights reserved